Ti trovi qui:

Home

Alberto Gazale

Alberto Gazale

Baritono

Alberto Gazale dopo aver compiuto gli studi musicali a Verona, col massimo dei voti, unitamente a quelli universitari in Lettere moderne, frequenta l’Accademia Verdiana di Parma e Busseto.
I bagliori bronzei della sua voce drammatica uniti ad una straordinaria duttilità vocale ed interpretativa ne fanno un interprete ideale per il repertorio tardo romantico e verista.
Le riconosciute doti, quali il senso della misura, la musicalità, l'eleganza e le spiccate doti di attore, han fatto di lui un artista di riferimento per registi e direttori di fama mondiale. Il suo sterminato repertorio conta oltre sessanta titoli da Monteverdi a Dallapiccola comprendendo tutte le opere del grande repertorio della corda baritonale.
Ha debuttato nel 1998 a Parma con Un ballo in maschera di Verdi, successivamente con la stessa opera ha inaugurato la stagione all’ARENA di VERONA del 1998 con grandi consensi di pubblico e l’attenzione della critica internazionale.
Dopo questi primi successi e il debutto nel Rigoletto a Salisburgo, il Maestro RICCARDO MUTI si interessa a lui, scritturandolo dopo un’accurata audizione al TEATRO alla SCALA per la tournèe a Tokio proprio col Rigoletto. All’indomani, tutta la stampa mondiale titolava: ”GAZALE trionfa a Tokio” oppure “Venti minuti ininterrotti di applausi per il Rigoletto della SCALA”. Da allora Gazale ha un rapporto strettissimo con questo teatro,vi ha infatti cantato col Maestro MUTI: Trovatore, Macbeth (in due edizioni) Otello nella scorsa stagione.
Sempre in questo teatro ha cantato Andrea Chenier, Madama Butterfly, un’altra edizione di Rigoletto e nella stagione concertistica L’Ulisse di DALLAPICCOLA diretto dal M°Gary Bertini.
Alla CARNEGIE HALL di New York ha cantato nell’Otello come Jago con J.LEVINE presente, che lo ha subito scritturato per il METROPOLITAN. Lo stesso ”NEW YORK TIMES” ha sottolineato la prestazione parlando di un giovane baritono dal bel timbro corposo e dall’intelligente espressività. Spesso presente all’ARENA di Verona vi ha cantato, fra l’altro, Nabucco diretto da Daniel Oren regia di Hugo De Ana, nonostante la giovane età Alberto Gazale é il baritono col record di presenze nel ruolo del difficile protagonista verdiano. Ma ha anche interpretato sempre in questo teatro: la Forza del destino, Aida, la Gioconda, il Trovatore inaugurale del 2001 (Zeffirelli), nonchè il concerto che festeggiava il grande tenore Placido Domingo. Ha collaborato col Teatro dell’Opera di Roma inaugurando per due anni consecutivi la stagione col Faust diretto da G.L.Gelmetti con la regia di Hugo De Ana e l’anno successivo con la Marie Victoire opera di RESPIGHI (in prima esecuzione). Da allora anche col TEATRO dell’OPERA si è stretta una collaborazione che l’ha visto interprete dell’Adriana Lecouvreur,
Lucia di Lammermoor, Don Carlo ed in ultimo a Caracalla per il ritorno dell’opera italiana col Nabucco salutato dall’entusiasmo dei ‘media’.
Tra i ruoli che ha interpretato menzioniamo: Attila al Teatro Comunale di Bologna e a Trieste, Don Carlo a Madrid, Atene, Zurigo Trovatore alla scala di Milano in occasione del centenario verdiano, Palermo, Arena di Verona,Tokio col comunale di Bologna, Avenches. Lucia di Lammermoor a Palermo, Roma, Berlino. LaTraviata a Vienna, Zurigo, Parma, Verona. Andrea Cheniera Venezia, Bologna,Berlino,castello Sforzesco con la Scala di Milano, Catania. Sansone e Dalila a Genova e Bilbao, Aida a Genova, Arena di Verona Atene,Torino. Nabucco a Vienna, a Modena, Parma, Avenches, Ravenna, Arena di Verona e a Genova dove ha realizzato un DVD per Raitrade, Simon boccanegra a Trieste. La Fanciulla del West a Genova.
Recentissimo il suo ritorno in Scala come protagonista del Rigoletto accolto con un successo trionfale, diretto dal M° Riccardo Chailly.
Ha appena realizzato per la SONY il DVD dei Pagliacci in collaborazione con la RAI. Per la Bongiovanni il DVD della Luisa Miller.
La sua prossima uscita discografica sarà l'opera in cd ''Bianca e Fernando''di vincenzo Bellini dal teatro bellini di Catania registrata nell'ottobre 2007.
Le Ultime sue esibizioni lo hanno portato nelle maggiori capitali mondiali da S.Pietroburgo come guest star in un concerto con Andrea Bocelli davanti a 140.000 persone, ad Istanbul, Vienna, Atene, Tokio, Zurigo, Berlino.
L’attività incessante di Alberto Gazale non conosce soste e riceve continuamente offerte da tutto il mondo. Il suo lavoro è oggetto di continui e importanti riconoscimenti. Ultimi,ma solo per ordine di tempo il prestigiosissimo PREMIO ZENATELLO conferitogli per il suo Nabucco areniano il PREMIO POGGI per il suo Rigoletto piacentino, la matassa d'oro e nel 2007 il premio Protti alla carriera e la piastrella d'oro a Sassuolo.

teatro