Ti trovi qui:

Home

Riccardo Canessa

Riccardo Canessa

Regista

Riccardo Canessa è nato a Milano nel 1955 risiede e lavora a Napoli.

Diplomato in Logopedia, successivamente trasformata in Laurea ha partecipato a numerosi Congressi della Società Italiana di Foniatria e Logopedia, presentando sempre Comunicazioni Scientifiche. Dopo varie esperienze professionali nell'ambito della lirica in qualità di tecnico della voce, Direttore artistico e produttore, tra cui l'organizzazione di
due tournèe negli Stati Uniti di Opera Nazionale Italiana (1998-1999), nell'estate 1998 diventa aiuto regista presso la Fondazione Arena di Verona, partecipando agli allestimenti di Rigoletto, Nabucco, Un ballo in maschera, Aida e Tosca. Lavora successivamente, con uguale incarico, al Siegfried e alla Bohème rappresentati rispettivamente al Festival di Erl (Austria) e al Teatro Regio di Parma.

Nel frattempo inizia l'attivita di regista con Rigoletto al Coliseu di Lisbona, Otello in tour negli Stati Uniti e La Bohème al Teatro del Giglio di Lucca, poi in tour a Pisa, Livorno e Mantova.

Debutta al Teatro Filarmonico di Verona nel novembre 1999 con Traviata; seguono Tosca al Teatro Verdi di Salerno, Carmen al Teatro Verdi di Padova, Il barbiere di Siviglia, Don Pasquale, Cavalleria Rusticana e Pagliacci al Teatro Comunale di Adria.

Nel 2001 è invitato in Spagna per diverse rappresentazioni di Rigoletto, debutta all'Opera Municipal di Marsiglia con I Lombardi alla prima Crociata e l'Elisir d'amore al Teatro Mancinelli di Orvieto.

Nel 2002 torna a Marsiglia con Macbeth e Don Chisciotte, quest'ultimo ripreso anche all? Opera di Nizza. Ottiene inoltre un grande successo personale al Regio di Parma con il dittico La Clochette di Egidio Romualdo Duni e Il Campanello di Donizetti. Dopo l'Elisir d'amore al Filarmonico di Verona inizia una lunga collaborazione con la Fondazione Toscanini, per la quale mette in scena Macbeth, Ernani e una originale forma scenica del quarto movimento della Nona di Beethoven al Castello di Vigoleno di Vernasca. Ancora per la Toscanini, Isabeau di Mascagni nel Parco Ducale di Sassuolo e Attila a Busseto, nel 2005.

Dopo il trittico Verdi-Shakespeare, Macbeth, Otello e Falstaff, al Teatro Magnani di Fidenza, e L'Osteria di Marechiaro di Paisiello allo storico Teatro Comunale di Cagli, collabora col Festival delle Ville Vesuviane riprendendo Il Campanello a Villa Campolieto assieme ad Elisir d'amore e Rigoletto a Villa Favorita.
Nel 2007 allestisce Tosca all'Arena Flegrea, per incarico del Teatro Verdi di Salerno, per il quale, metterà in scena nel 2008 La Sonnambula di Bellini. Per il Teatro San Carlo di Napoli, ritorna all'Arena Flegrea nel luglio 2008 con Il barbiere di Siviglia, mentre ad agosto dello stesso anno produce un particolare allestimento del Pierrot Lunaire di Schoemberg, dedicato alla suggestiva ed attesa riapertura della Via Krupp, a Capri. A
novembre Cavalleria Rusticana e Pagliacci al Teatro Magnani di Fidenza.
Riprende nel 2009, al Filarmonico di Verona, l'Elisir d'Amore, e successivamente, mette in scena allo storico Teatro Olimpico di Vicenza la prima esecuzione mondiale di Giocasta, con musica di Azio Corghi. Poi Rigoletto al Teatro Verdi di Salerno, con Renato Bruson protagonista e Daniel Oren direttore. Adriana Lecouvreur al teatro Magnani e la ripresa di La Sonnambula al Festival "Alfredo Kraus" di Las Palmas di Gran
Canaria. Dopo Rigoletto al Seoul Art Center, in Corea, mette in scena a Salerno Romeo et Juliette e I Puritani, che riprende a Seoul nel giugno 2011. Dopo il grande successo de Don Trastullo al Teatro San Carlo, con scene e costumi della pittrice Patrizia Balzerano, Les Pecheurs de perles e Aida a Salerno e Il Campanello dello speziale al
Teatro San Carlo di Napoli

 

teatro