Ti trovi qui:

Home

News

15/04/2010

Il Verdi premia le scelte di Pacini. Salernitani entusiasti alla prima dell opera verdiana Un ballo in maschera

La città, 15/04/2010

Pubblico delle grandi occasione alla prima del Teatro Verdi di "Un ballo in maschera". Assenti i politici, nel parterre visto solo Ermanno Guerra. Il pubblico salernitano, incontrato all’uscita del Massimo cittadino, pare abbia particolarmente gradito, nell’opera verdiana diretta da Pier Paolo Pacini, le scenografie e i costumi.

«Il senso dell’opera potrebbe essere riassunto con il detto popolare "dai nemici mi guardo io, dagli amici mi guardi Iddio". Scherzi a parte Riccardo (Marco Berti) e Amelia (Hui He) voci strepitose e le scenografie e i costumi rendono bene l’atmosfera». Pietro Gargano è soddisfatto dello spettacolo, ma anche di come la cittá di Salerno vive "l’investimento" sulla lirica. «E’ da lodare lo sforzo del sindaco - continua Gargano - per tenere così alta la qualitá del cartellone e anche quello degli spettatori che nonostante il "Grande Fratello" continuano a riempire il teatro e ad apprezzare sonoritá di altri tempi».

Neofita ma appassionato Carlo Barletta s’è detto particolarmente soddisfatto «del lavoro fatto sul coro. Ho notato una scena un po’ spoglia forse per dare maggiore risalto alle voci, tutte stupende». Pur essendo un’opera che conosce poco, Maria Teresa Di Giuda ha gradito «il tenore e le scenografie. Ma più in generale sono soddisfatta dei grandi passi in avanti fatti dalla lirica a Salerno». Tra i più giovani incontrati, Daniela De Vita che è rimasta particolarmente colpita «dal soprano che ricordo con piacere nell’Aida. In particolare la sua presenza scenica e la potenza della voce mi hanno dato grandi emozioni». Per Annamaria Costagliola: «Verdi è sempre una grande emozione. E anche se non sono una melomane riesco a riconoscere la straordinaria bravura di Amelia e degli altri interpreti». In generale, il pubblico salernitano chiede sempre uno sforzo maggiore affinché ci siano più repliche e biglietti più accessibili. Nel parterre anche una delegazione del Teatro dell’Opera di Atene coproduttore dello spettacolo. In platea anche alcuni dei più famosi agenti di cantanti lirici, tra questi Mario Draghi e Alan Green e una delegazione del teatro di Bilbao.
Fiorella Loffredo, Paola Primicerio

La città, 15/04/2010 (www.lacitta.it)

 


teatro